Ho ucciso bambi: la violenza nelle giovani ragazze

ho ucciso bambi

Il libro di Carla Cucchiarelli “Ho ucciso bambi”, storia di ragazze difficili che risolvono il proprio disagio con il ricorso ad un gesto di violenza estrema, è stato il punto di partenza per un vivace dibattito sul ruolo della famiglia e degli insegnanti nella formazione dei ragazzi. Sara Porreca, insegnante d’italiano per stranieri, ha moderato il dialogo nato dagli spunti offerti dal libro. Coadiuvata da Elena Gimelli, educatrice Als Milano 2, che ha offerto il suo punto di vista professionale sulle mancanze che i genitori hanno nello svilupparsi di queste problematiche giovanili, e da Lucia Ferrari, giornalista tg3 Rai Milano, che ha voluto sottolineare il linguaggio fatto di immagini e musica usato da Carla Cucchiarelli nel libro.

dibattito

Lucia Ferrari è poi passata ad analizzare tutte le domande che nascono al termine della lettura del libro: il rapporto musica-violenza, come già il titolo (riferimento ad una canzone dei Sex Pistols “Who killed bambi” ) vuole sottolineare, ma anche il rappporto droga-violenza e libera circolazione delle armi-violenza. Domande di non facile risposta. Oltre ad essere carnefici, queste piccole donne violente, sono anche vittime, prima di tutto di sé stesse, ma anche dell’indifferenza della società.  Durante la presentazione, Francesca Zucchero, voce per audiolibri 0111 Edizioni, ha letto, con estremo trasporto, alcuni intensi brani tratti dal libro.

lettura

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...