Piccola editoria: autori ed editori a confronto

 

L’editoria non vive in questi anni uno dei suoi momenti più felici. La crisi in corso è profonda e non sarà possibile superarla senza profondi cambiamenti strutturali. E’ possibile dunque che nei prossimi anni il rapporto tra autore ed editore subisca delle profonde trasformazioni, al momento difficili da prevedere. Qualche idea di quello che è il presente e di quello che potrebbe essere il futuro ce lo hanno dato sabato mattina i ragazzi di Krecò edizioni e la Dottoressa Marina Lenti.

  20140605_092643

Krecò Edizioni è un progetto in creative commons, ovvero di condivisione gratuita di opere culturali. Sia gli editori che gli autori lavorano senza scopo di lucro e i costi di produzione vengono finanziati dal crowdfunding. Ad oggi il progetto, che ha avuto un discreto successo, ha permesso loro di pubblicare cinque racconti brevi di autori emergenti, tutti scaricabili online. L’idea è di promuovere la cultura grazie ad un’offerta gratuita e fruibile su diversi device digitali.

 20140607_111131

Come spiega l’avvocato Marina Lenti, oggi dal punto di vista giuridico anche il rapporto tra editore ed autore sta cambiando e i vincoli contrattuali si fanno sempre più complessi. L’editore è sempre stato una figura di imprenditore culturale che investe sui propri autori perché li reputa meritevoli ed adatti al proprio pubblico; oggi lo scenario sta cambiando. Con l’introduzione dell’editoria a pagamento e del self publishing l’autore si ritrova spesso a diventare l’imprenditore di se stesso e spesso senza conoscere il mercato ed i propri diritti.

20140607_113430

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...