Recensione: Partita doppia

Partita Dopppia di Maurilio Riva

Una storia contorta difficile, in un periodo burrascoso, di un personaggio con tutte le sue contraddizioni. Un po’ com’è la vita autentica . COPERTINA_partita doppiaLo stile della narrazione è coerente : un impasto in cui il narratore, prestanome dell’autore, ricostruisce una vita intera. Con un linguaggio ricco e molto attuale. Ricordi, frammenti di diario, annotazioni. Come nel sogno e nella quotidianità, non c’è uno sviluppo cronologico  lineare. Continui flash-back, e spostamenti di campo; la macchina da presa è collocata all’interno della mente e degli occhi del protagonista. Il presente narrativo naviga continuamente in una vita. Una storia di militanza politica, di lotte operaie e sindacali al tempo delle Br. Intrecciate con emozioni intense di una storia d’amore. Straordinaria e sconvolgente come sono le storie d’amore per chi le vive. Il tentativo di un bilancio, fuori tempo massimo per il protagonista. Un’architettura di scatole cinesi temporali per raccontare un’esistenza. Collocata in una città industriale del Nord, che assomiglia molto a Milano.

Nanni Omodeo Zorini

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...