Il barone rompente e il progetto Leggere LiberaMente

Una serata densa di emozioni quella di martedì scorso alla Biblioteca Chiesa Rossa. Sono stati presentati un libro – Il barone rompente, autobiografia di Alfredo Visconti – e un interessante progetto – Leggere Libera-Mente, attivo dal 2008 nel carcere di Opera. Il primo “figlio” del secondo.

Leggere Libera-Mente si ispira al concetto di biblioterapia, la lettura e la scrittura creativa come ricerca di benessere e di crescita personale. In particolare, afferma Barbara Rossi – appassionata psicologa che gestisce il progetto – un modo per contrastare la dilagante “carcerite”.
A giudicare dalle poesie e dai brani letti, ma soprattutto dalla commozione, dai sorrisi e dall’orgoglio dei detenuti presenti assieme alle loro famiglie (altrettanto orgogliose, sorridenti, commosse e felici) la cosa sembra davvero funzionare.
Cristiana Zamparo

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...